La salute e la bellezza del sorriso sono un dettaglio da non sottovalutare. Per questo bisogna sempre prestare molta attenzione alle notizie che circolano sulla rete. Una cattiva informazione e una scorretta igiene orale purtroppo sembrano essere collegate. Ecco 5 falsi miti da sfatare per avere sempre denti sani e forti.

1. I denti da latte non si cariano

Partiamo proprio dai più piccoli. La carie è un’infezione che va curata fin da quando si è bambini in quanto può espandersi tanto da intaccare il dente permanente già al momento della sua formazione.

2. Lavare troppo i denti rovina lo smalto

Che dire, nulla di più falso. Per mantenere al meglio il sorriso c’è bisogno di una cura quotidiana costante, spazzolando i denti almeno due volte al giorno, scongiurando così, quanto più possibile l’accumularsi del nemico numero uno della bocca: la placca, un insieme di batteri e residui, che con il tempo si trasformano in tartaro.

3. Vanno bene tutti i dentifrici

Errore! Ogni sorriso ha le sue caratteristiche, così come non abbiamo tutti la stessa pelle o lo stesso tipo di capelli. il suggerimento è quindi di scegliere sempre dei dentifrici specifici, delle formulazione sbiancanti e protettive studiate appositamente per venire incontro alle esigenze più diverse, ad esempio per contrastare l’ipersensibilità, la placca o ridare nuova luce ai denti macchiati dal fumo.

4. Se i denti non danno dolore è tutto ok

Nulla di più sbagliato. Anche se non c’è dolore i denti possono nascondere infiammazioni gengivali e soprattutto principi di carie. Quest’ultima infatti nella prima fase non da sintomi, ma nel giro di pochi mesi può pro arrivando in profondità. Per evitare che un piccolo problema si trasformi in qualcosa di ben più grave. Il consiglio è di sottoporsi ad un controllo dal dentista almeno ogni sei mesi. Parola d’ordine? Prevenzione!

5. Se le gengive sanguinano un po’ è normale

Il sanguinamento dopo aver lavato i denti è un segnale da non trascurare mai. Spesso infatti questo campanello d’allarme può nascondere problemi paradontali di varia entità. In tal caso l’unica cosa da fare è rivolgersi ad uno specialista.